Archivio tag: mediazione familiare e pnl

Che importanza ha l’uso del linguaggio in mediazione familiare?

linguaggio3Che importanza ha l’uso del linguaggio in mediazione familiare?

L’abilità di comunicazione in mediazione è fondamentale. “Per i mediatori interessati a sviluppare le loro abilità di comunicazione, sarà molto utile studiare e conoscere la programmazione neurolinguistica -PNL- (vedi ad esempio O’ Connor e Seymour,1990) se non lo hanno già fatto. Ci sono molti punti in comune fra PNL e mediazione e molte delle tecniche a cui fare riferimento vengono utilizzate nella PNL. Il suo meta-modello consiste in una serie di domande mirate a chiarire significati, integrare omissioni e cercare informazioni più specifiche. I professionisti prestano molta attenzione a non tirare conclusioni affrettate o presumere cosa voglia dire un’altra persona, ma a collegare il linguaggio con l’esperienza, muovendo da convinzioni e generalizzazioni di istanze specifiche, che chiariscono percezioni e reazioni. Invece di utilizzare scorciatoie (“Io so cosa vuole”), un professionista chiede, valuta le risposte, riafferma, riassume, riformula (Cfr. L. PARKINSON, La mediazione familiare, Edizioni Erickson, 2003, 136).

Grazie da Olga Frassetti, se hai domande mandami una e.mail e ti risponderò oppure chiamami per prendere un appuntamento, i miei recapiti li trovi sul sito, www.mediazionecoaching.net, o semplicemente puoi aspettare che pubblichi un mio nuovo audio o articolo.
Se desideri ricevere risorse gratuite, sulla mediazione familiare, l’analisi transazionale, il coaching, la programmazione neurolinguistica, iscriviti alla Newsletter del Sito www.mediazionecoaching.net o seguimi sulla pagina fb Mediazione Coaching.

A presto!

Olga Frassetti

© Riproduzione riservata