Archivio tag: il copione banale nella donna

LA RAGAZZA-VENERDI’- ASSISTENTE dell’uomo (come il fedele servitore di Robinson Crusoe)

robinson crousouLA RAGAZZA-VENERDI’- ASSISTENTE dell’uomo (come il fedele servitore di Robinson Crusoe) – Il Copione banale nella donna

Succede spesso che uomini e donne si sentano incompleti se non hanno un partner del sesso opposto e quindi cercano continuamente un altro per completarsi e si sentono non ok se non sono parte di una relazione.

Come due tessere di un puzzle o due metà di un tutto, uomini e donne spesso indirizzano la loro energia nella ricerca di qualcuno con cui appaiarsi, o si aggrappano, pieni di timori ad una relazione di dipendenza già consolidata.

Come uomini e come donne siamo portati dalla società a sviluppare certe parti della nostra personalità e a soffocare lo sviluppo di altre. Questa programmazione induce a un modo di agire nella vita che è predeterminato, artificioso e ripetitivo e che è stato indicato come copione banale. Questi copioni ordinari, banali, di ruolo sessuale pervadono ogni momento della nostra vita quotidiana.
Le donne sono programmate per essere l’altra metà complementare, produttiva degli uomini. Più precisamente, gli uomini sono metà incomplete, che le donne devono completare e non viceversa. Le donne sono istruite a essere adattabili e ad avere un forte Genitore affettivo. Non si chiede loro di avere un Adulto forte. Non è necessario che la donna pensi in modo logico e razionale. Anzi perché possa svolgere la sua funzione di ASSISTENTE dell’uomo o di ragazza-venerdì (come il fedele servitore di Robinson Crusoe), per promuovere il volontariato e il lavoro casalingo non remunerato, è importante che la donna non sviluppi il suo Adulto.

I copioni banali passano inosservati, come l’acqua del lavandino che scompare nello scarico. La banalità della vita di tutti i giorni passa inosservata perché è così comune. La donna ombra è abbastanza contenta finché il suo uomo apprezza sinceramente il suo ruolo, ma non appena lui comincia a darlo per scontato lei diventa gelosa e risentita e pensa di non essere ok proprio per questo.

Ingiunzioni e attribuzioni:
Sii di aiuto.
Stai dietro al tuo uomo.
Decisione:
Non fare ombra al proprio uomo.
Giochi:
“Magnifico professore”.
“Lieto di essere utile”.
“Se non fosse per te”.
Antitesi di copione:
La donna ombra può cominciare a dire al suo uomo di assumere una segretaria e una cameriera.

L’antitesi di copione è una specie di istruzione per far si che le persone vadano in un’altra direzione e, quindi, non si auto-distruggano. L’antitesi al copione significa mettere in atto un comportamento diverso. Questo comportamento generalmente deve essere suggerito da un esperto che, dopo aver conosciuto la persona e dopo aver analizzato il suo copione, riesce ad individuare il comportamento adatto all’interruzione della dinamica copionale.

L’antidoto al copione sono i permessi che ogni persona può darsi. È necessario che la donna si riappropri della sua capacità di pensare in modo razionale, smettendo di dare affetto e carezze che non vengono ricambiate e soprattutto smettendo di amare un uomo che non la ama nella stessa misura.

In questo articolo ho fatto riferimento all’Analisi Transazionale (A.T.) modello che utilizzo per comprendere e gestire il vissuto che la coppia porta in mediazione familiare.
Se hai domande mandami una e.mail e ti risponderò, oppure chiamami per prendere un appuntamento, i miei recapiti li trovi sul sito, www.mediazionecoaching.net, o semplicemente puoi aspettare che pubblichi un mio nuovo audio o articolo.
Se desideri ricevere risorse gratuite sulla mediazione familiare, l’analisi transazionale, il coaching, la programmazione neurolinguistica iscriviti alla Newsletter del Sito www.mediazionecoaching.net o seguimi sulla pagina fb Mediazione Coaching.

Bibliografia “Copioni di vita” di Claude M. Steiner
A presto!
Olga Frassetti
Mediatore Familiare A.I.Me.F.
© Riproduzione riservata